La pelle per arredamento

Pelle pieno fiore

Pieno fiore anilina

Pieno fiore semi-anilina

Pieno fiore semi-anilina

Pelle Fiore corretto

Pieno fiore corretto

Fiore Smerigliato

Fiore smerigliato

Nubuck - Pelli nubuccate

Nubuk

La vera pelle è un prodotto naturale; pertanto i segni e le imperfezioni che si riscontrano sulla stessa, ad esempio rughe, venature, cicatrici e spinature, oltre a differenze nel colore non sono da considerarsi difetti, bensì elementi distintivi che ne esaltano la bellezza e la contraddistinguono dalla finta pelle e da altri prodotti artificiali.

LE CATEGORIE DELLA PELLE DA ARREDAMENTO

Le pelli per arredamento si ottengono da pelli di taglia grande, che devono presentare dimensioni minime di mq 3,60-3,80; caratteristiche principali devono essere la morbidezza associata ad una debole elasticità, in modo da non essere deformate durante l’uso. 
Il pellame per arredamento si suddivide in diverse categorie:

• PIENO FIORE ANILINA

Pelli prive di rifinizione coprente, mantengono i tratti originali del manto dell’animale; l’eventuale fase di rifinizione si limita ad una correzione delle tinte e ad un processo di impermeabilizzazione della superficie.

• PIENO FIORE SEMI-ANILINA

Pelli rifinite con leggeri strati di polimeri che permettono di mascherare piccoli difetti.

• FIORE CORRETTO

Il fiore delle pelli viene leggermente smerigliato per eliminare leggeri difetti e successivamente rifinito con strati di polimeri pigmentati.

• SMERIGLIATO

Il fiore delle pelli viene abraso a fondo per eliminare i difetti evidenti. La superficie viene in seguito ripristinata con stampa che riproduce il disegno delle diverse tipologie di grana del fiore. Infine la superficie viene rifinita con l’applicazione di resine pigmentate in dispersione acquosa.

• NUBUK

Pelle la cui superficie è stata leggermente abrasa per conferirle un aspetto vellutato.

I PROBLEMI DEL CLIMA

Qualunque sia il tipo di lavorazione, le caratteristiche fisiche delle pelli devono sempre essere verificate, con particolare attenzione all’uso e all’area geografica a cui sono destinate, poiché il clima può causare reazioni diverse (ad es. muffe) nel prodotto finito.